C’era una volta

Di Elisabetta Vianello

C’era una volta…

Mi piace vedere la meraviglia dilatare le loro pupille al racconto del sentiero nel bosco dove per ognuno c’è un trono dover poter essere re, principe o regina, dove le lacrime che nascono dalla tristezza di un canto sono sospese in gabbiette appese ai rami degli alberi e dove dall’oro del tesoro sepolto è nato un albero magico che può esaudire tutti i desideri.

Un giorno anche io tornerò là e anche se il mio trono sarà nascosto dai rami e dai cespugli, se sarò spaventata dalla maschera di fuoco e se ascoltando il canto triste dovrò raccogliere le mie lacrime cadute a terra non più sospese sui rami a riflettere la luce del sole, so però che potrò sempre vedere esauditi i miei desideri all’ombra dell’albero d’oro.

PARTECIPA ANCHE TU!
Metti in gioco la tua fantasia e scrivi una fiaba inedita in onore delle Dolomiti.
Le più ispirate saranno incluse nel catalogo della mostra.